This essay aims to provide a lexicometric analysis for exploring the representation of smart cities within the two major Italian newspapers (corriere.it and repubblica.it), with a particular focus on the articles that require the presence of interviews with professionals. The concept of smart city is related to several semantic universes, which induce the reader to the creation of a ‘smart- imagination’, too often oriented to political and economic issues. The selected news, about 300 over 10 years, provides a first clue about who are the professionals involved in the media narration and to whom are asked to contribute to the construction of the public debate.

Il saggio propone un’analisi lessicometrica sulla rappresentazione che le due principali testate italiane online (corriere.it e repubblica.it) offrono delle smart city, con un particolare focus sugli articoli che prevedono la presenza di interviste a diverse figure professionali. Il concetto di smart city viene narrato attraverso molteplici universi semantici, inducendo il lettore alla creazione di un immaginario “smart” orientato a volte troppo spesso alla politica e all’investimento economico e imprenditoriale. Le news selezionate, circa 300 nell’arco di 10 anni, forniscono un primo indizio su quali sono i professionisti coinvolti nella narrazione mediatica e chiamati a contribuire alla costruzione del dibattito pubblico.

Nomi, cose e città (intelligenti). Il contributo dei professionisti alla rappresentazione delle smart city nella stampa online.

PISCOPO, CARMINE;FERRUCCI, MARTINA;D'ANTONIO, VERA
2014

Abstract

Il saggio propone un’analisi lessicometrica sulla rappresentazione che le due principali testate italiane online (corriere.it e repubblica.it) offrono delle smart city, con un particolare focus sugli articoli che prevedono la presenza di interviste a diverse figure professionali. Il concetto di smart city viene narrato attraverso molteplici universi semantici, inducendo il lettore alla creazione di un immaginario “smart” orientato a volte troppo spesso alla politica e all’investimento economico e imprenditoriale. Le news selezionate, circa 300 nell’arco di 10 anni, forniscono un primo indizio su quali sono i professionisti coinvolti nella narrazione mediatica e chiamati a contribuire alla costruzione del dibattito pubblico.
978-88-6874-090-0
This essay aims to provide a lexicometric analysis for exploring the representation of smart cities within the two major Italian newspapers (corriere.it and repubblica.it), with a particular focus on the articles that require the presence of interviews with professionals. The concept of smart city is related to several semantic universes, which induce the reader to the creation of a ‘smart- imagination’, too often oriented to political and economic issues. The selected news, about 300 over 10 years, provides a first clue about who are the professionals involved in the media narration and to whom are asked to contribute to the construction of the public debate.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/707660
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact