Sul “rilievo essenzialmente tecnico” di un decreto del presidente del consiglio chiamato a ripartire risorse finanziarie fra le regioni