OBIETTIVI: L’obiettivo dello studio è di valutare l’evoluzione delle opinioni e dei comportamenti degli studenti dell’Università di Cassino, riguardo le abitudini sessuali, l’uso e l’efficacia dei metodi contraccettivi, l’efficacia degli anticoncezionali nella prevenzione delle MST, al fine di attivare un servizio di assistenza e consulenza sanitaria dell’Università in materia di sessualità e MST. MATERIALI E METODI: Lo studio confronta fra gli studenti dell’Università di Cassino la conoscenza e l’uso dei metodi contraccettivi in due distinte survey, condotte nel 1998 e nel 2003. Entrambe le survey sono state condotte utilizzando un questionario autocompilato, suddiviso in tre sezioni principali atte a rilevare i comportamenti sessuali degli studenti, le opinioni sull’efficacia contraccettiva e il grado di protezione nei confronti delle MST dei metodi contraccettivi (punteggio:1-5). Nell’analisi statistica, le differenze fra gruppi sono state analizzate con il test del c² con livello di significatività p < 0.05. Per l’analisi di regressione logistica multipla è stato utilizzato il metodo Backward elimination con un cut-off di 0.10 per il livello di significatività. RISULTATI: Sono stati confrontati due campioni di studenti universitari appartenenti agli anni 1998 e 2003, composti rispettivamente da 584 e da 553 individui. Nel 1998 e nel 2003 rispettivamente l’11.9% e il 12.5% del campione non usa alcun metodo contraccettivo; nel 2003 tutti gli studenti del D.U. in Infermiere affermano di fare uso di contraccettivi, a differenza del 1998 in cui solo 28.6% degli stessi dichiara di utilizzare metodi anticoncezionali. Il preservativo è il metodo più usato dai responders sia nel ’98 (67.25%), che nel 2003 (83.97%), seguito dal coito interrotto per entrambi i campioni (24.26% e 28.80%). I metodi considerati più efficaci sono il preservativo e la pillola. Sebbene il preservativo risulti il contraccettivo più efficace nella prevenzione delle MST, alcuni ritengono che anche il coito interrotto abbia un’alta efficacia in tal senso. Nel 2003 emerge una diminuzione dell’uso dei contraccettivi rispetto al 1998 nella fascia d’età 18-19 (OR = 0.32). Si rileva, inoltre, una scarsa conoscenza dei rischi effettivi legati alle MST: infatti, nel 2003, il 6.7% ritiene che siano in calo. CONCLUSIONI: Dai risultati ottenuti, sia in merito alla conoscenza dell’efficacia dei metodi contraccettivi che alle opinioni sulle MST, si evince la necessità di avviare un programma educativo sulla sessualità, sull’uso dei contraccettivi e sulla prevenzione delle MST attraverso programmi efficaci di educazione sessuale e di peer education.

Opinioni, conoscenze ed attitudini degli studenti dell’Università di Cassino sull’uso e sull’efficacia dei metodi contraccettivi: analisi del trend fra il 1998 e il 2003 / Miccoli, Silvia; Unim, B; Langiano, Elisa; Ferrara, M; DE VITO, Elisabetta; LA TORRE, Giuseppe. - ELETTRONICO. - (2011), p. 592. ((Intervento presentato al convegno LA SANITÀ PUBBLICA TRA GLOBALIZZAZIONE, NUOVE ESIGENZE DI SALUTE E SOSTENIBILITÀ ECONOMICA: LA SFIDA DELL’INTEGRAZIONE tenutosi a Roma nel 12-15 ottobre 2011.

Opinioni, conoscenze ed attitudini degli studenti dell’Università di Cassino sull’uso e sull’efficacia dei metodi contraccettivi: analisi del trend fra il 1998 e il 2003

MICCOLI, SILVIA;LANGIANO, ELISA;DE VITO, Elisabetta;LA TORRE, Giuseppe
2011

Abstract

OBIETTIVI: L’obiettivo dello studio è di valutare l’evoluzione delle opinioni e dei comportamenti degli studenti dell’Università di Cassino, riguardo le abitudini sessuali, l’uso e l’efficacia dei metodi contraccettivi, l’efficacia degli anticoncezionali nella prevenzione delle MST, al fine di attivare un servizio di assistenza e consulenza sanitaria dell’Università in materia di sessualità e MST. MATERIALI E METODI: Lo studio confronta fra gli studenti dell’Università di Cassino la conoscenza e l’uso dei metodi contraccettivi in due distinte survey, condotte nel 1998 e nel 2003. Entrambe le survey sono state condotte utilizzando un questionario autocompilato, suddiviso in tre sezioni principali atte a rilevare i comportamenti sessuali degli studenti, le opinioni sull’efficacia contraccettiva e il grado di protezione nei confronti delle MST dei metodi contraccettivi (punteggio:1-5). Nell’analisi statistica, le differenze fra gruppi sono state analizzate con il test del c² con livello di significatività p < 0.05. Per l’analisi di regressione logistica multipla è stato utilizzato il metodo Backward elimination con un cut-off di 0.10 per il livello di significatività. RISULTATI: Sono stati confrontati due campioni di studenti universitari appartenenti agli anni 1998 e 2003, composti rispettivamente da 584 e da 553 individui. Nel 1998 e nel 2003 rispettivamente l’11.9% e il 12.5% del campione non usa alcun metodo contraccettivo; nel 2003 tutti gli studenti del D.U. in Infermiere affermano di fare uso di contraccettivi, a differenza del 1998 in cui solo 28.6% degli stessi dichiara di utilizzare metodi anticoncezionali. Il preservativo è il metodo più usato dai responders sia nel ’98 (67.25%), che nel 2003 (83.97%), seguito dal coito interrotto per entrambi i campioni (24.26% e 28.80%). I metodi considerati più efficaci sono il preservativo e la pillola. Sebbene il preservativo risulti il contraccettivo più efficace nella prevenzione delle MST, alcuni ritengono che anche il coito interrotto abbia un’alta efficacia in tal senso. Nel 2003 emerge una diminuzione dell’uso dei contraccettivi rispetto al 1998 nella fascia d’età 18-19 (OR = 0.32). Si rileva, inoltre, una scarsa conoscenza dei rischi effettivi legati alle MST: infatti, nel 2003, il 6.7% ritiene che siano in calo. CONCLUSIONI: Dai risultati ottenuti, sia in merito alla conoscenza dell’efficacia dei metodi contraccettivi che alle opinioni sulle MST, si evince la necessità di avviare un programma educativo sulla sessualità, sull’uso dei contraccettivi e sulla prevenzione delle MST attraverso programmi efficaci di educazione sessuale e di peer education.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/928976
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact