The paper presents the results of the Italian students in OECD-PISA 2012. The results for the open-ended questions related to mathematical literacy are examined. The OECD database compendium for the cognitive item responses has been used, the items were grouped into the categories of PISA mathematical framework (content, context, process), and the classification by performance level has also been considered. The overall weakness of the Italian students in the open-ended questions is explained by the high rate of missing and very poor performance in some categories (“change and relationships”, “scientific context”, “formulate”). Italian students perform better in a few categories (“social context”, “interpreting and evaluating”, “space and shape”), but these new findings may represent a starting point for improvement. The possible use of data on open-ended questions in teacher training is also discussed.

Il saggio presenta i risultati degli studenti italiani nell’indagine OECD-PISA 2012. Vengono considerati i risultati per le domande a risposta aperta relative alla literacy matematica. È stato utilizzato il database relativo al compendio degli item cognitivi, raggruppando gli item secondo le categorie matematiche del quadro di riferimento del PISA (contenuto, contesto, processo), a cui si è aggiunta la classificazione per livello di performance. La complessiva debolezza degli studenti italiani nelle domande aperte è determinata in particolare dall’alto tasso di omissioni e dai risultati molto scarsi in alcune categorie (“cambiamento e relazioni”, “ambito scientifico”, “formulazione matematica”). Gli studenti italiani ottengono risultati migliori in poche categorie (“contesto sociale”, “interpretazione e valutazione”, “spazio e forma”), che possono rappresentare un punto di partenza per il miglioramento. Viene discusso anche il possibile uso dei dati sulle domande aperte nella formazione degli insegnanti.

L’uso delle domande aperte per la verifica della competenza matematica. Suggestioni da PISA 2012 / Asquini, Giorgio. - In: FORM@RE. - ISSN 1825-7321. - ELETTRONICO. - 16:1(2016), pp. 55-69.

L’uso delle domande aperte per la verifica della competenza matematica. Suggestioni da PISA 2012

ASQUINI, GIORGIO
2016

Abstract

Il saggio presenta i risultati degli studenti italiani nell’indagine OECD-PISA 2012. Vengono considerati i risultati per le domande a risposta aperta relative alla literacy matematica. È stato utilizzato il database relativo al compendio degli item cognitivi, raggruppando gli item secondo le categorie matematiche del quadro di riferimento del PISA (contenuto, contesto, processo), a cui si è aggiunta la classificazione per livello di performance. La complessiva debolezza degli studenti italiani nelle domande aperte è determinata in particolare dall’alto tasso di omissioni e dai risultati molto scarsi in alcune categorie (“cambiamento e relazioni”, “ambito scientifico”, “formulazione matematica”). Gli studenti italiani ottengono risultati migliori in poche categorie (“contesto sociale”, “interpretazione e valutazione”, “spazio e forma”), che possono rappresentare un punto di partenza per il miglioramento. Viene discusso anche il possibile uso dei dati sulle domande aperte nella formazione degli insegnanti.
The paper presents the results of the Italian students in OECD-PISA 2012. The results for the open-ended questions related to mathematical literacy are examined. The OECD database compendium for the cognitive item responses has been used, the items were grouped into the categories of PISA mathematical framework (content, context, process), and the classification by performance level has also been considered. The overall weakness of the Italian students in the open-ended questions is explained by the high rate of missing and very poor performance in some categories (“change and relationships”, “scientific context”, “formulate”). Italian students perform better in a few categories (“social context”, “interpreting and evaluating”, “space and shape”), but these new findings may represent a starting point for improvement. The possible use of data on open-ended questions in teacher training is also discussed.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Asquini_domande-aperte_2016.pdf

accesso aperto

Note: Saggio pubblicato sulla rivista
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Creative commons
Dimensione 675.42 kB
Formato Adobe PDF
675.42 kB Adobe PDF Visualizza/Apri PDF

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/869244
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact