Il concavo, il convesso: Landolfi e il gioco del rovescio