Analogia e potere interpretativo del giudice