La prima "doppia condanna" dell'Italia per violazione della normativa dell'Unione europea