Bruno Conte e le scritture da collezione