La risposta di Boschini ai “quadri di somma perfezione” di Lomazzo