La Suprema Corte di Cassazione, con il provvedimento n. 151005 reso lo scorso 12 maggio 2022, è ritornata sul tema dell’obbligo di gara delle imprese pubbliche, ritenendolo insussistente per i servizi bancari svolti da Poste Italiane S.p.A. Si tratta di servizi non strumentali allo svolgimento dell’attività postale, per cui non vige un obbligo legale di soggezione all’evidenza pubblica. Ove l’impresa pubblica scelga, comunque, di svolgere la gara, la giurisdizione nella risoluzione di eventuali controversie è del giudice ordinario.

I servizi bancari svolti da poste italiane sono estranei ai servizi postali. Nessun obbligo di gara e giurisdizione ordinaria

Luigia Michela Fera
2022

Abstract

La Suprema Corte di Cassazione, con il provvedimento n. 151005 reso lo scorso 12 maggio 2022, è ritornata sul tema dell’obbligo di gara delle imprese pubbliche, ritenendolo insussistente per i servizi bancari svolti da Poste Italiane S.p.A. Si tratta di servizi non strumentali allo svolgimento dell’attività postale, per cui non vige un obbligo legale di soggezione all’evidenza pubblica. Ove l’impresa pubblica scelga, comunque, di svolgere la gara, la giurisdizione nella risoluzione di eventuali controversie è del giudice ordinario.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Fera_Servizi-bancari_2022.pdf

solo gestori archivio

Note: frontespizio, indice, articolo
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 769.93 kB
Formato Adobe PDF
769.93 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1655960
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact