Introduzione. Il cambiamento rappresenta un processo vitale per le aziende. Tuttavia, il modo in cui i lavoratori lo percepiscono può influenzare il loro benessere oltreché il successo del cambiamento stesso. Di conseguenza, indagare le percezioni individuali di cambiamento è fondamentale al fine di massimizzarne i benefici e minimizzarne le conseguenze negative. Obiettivi. Questa ricerca è volta ad analizzare se le percezioni di cambiamento organizzativo possano essere associate alla resilienza attraverso il conflitto di ruolo e se la ricerca di un equilibrio positivo lavoro-vita privata possa moderare tale relazione. Metodo. 178 lavoratori impiegati in una sede italiana di una multinazionale hanno compilato un questionario self-report volto a misurare: percezioni di cambiamento (Occupational Checkup System OCS), conflitto di ruolo (Questionario Strumento Indicatore HSE-INAIL), resilienza (Connor-Davidson Resilience Scale CDRISC) e strategie di coping (Occupational Stress Inventory OSI). Successivamente, 40 lavoratori hanno preso parte a focus group condotti da due psicologi. I dati sono stati analizzati tramite modelli di mediazione, mediazione moderata e analisi tematica. Risultati. Le percezioni di cambiamento sono positivamente associate al conflitto di ruolo (β=.43, p<.001). Ciò, a sua volta, si associa negativamente alla resilienza (β= -.20, p<.05). La ricerca di equilibrio lavoro-vita privata mitiga gli effetti del conflitto di ruolo sulla resilienza (β=.17, p<.05) suggerendo che l’effetto negativo delle percezioni di cambiamento sulla resilienza attraverso il conflitto di ruolo sia minore per le persone con maggiori tendenze a cercare un equilibrio lavoro-vita privata. I risultati dei focus group confermano ed approfondiscono i risultati quantitativi. Limiti. Questo studio trasversale adotta soltanto misure self-report. Aspetti innovativi. È il primo studio a metodo misto focalizzato sugli effetti che le percezioni individuali del cambiamento organizzativo possono avere sul conflitto di ruolo e sulla resilienza. Inoltre, si evidenzia la necessità di sostenere i dipendenti nella ricerca di un equilibrio positivo tra lavoro e vita privata.

Come rendere i lavoratori resilienti ai cambiamenti organizzativi? Uno studio a metodo misto

Valentina Sommovigo;
2021

Abstract

Introduzione. Il cambiamento rappresenta un processo vitale per le aziende. Tuttavia, il modo in cui i lavoratori lo percepiscono può influenzare il loro benessere oltreché il successo del cambiamento stesso. Di conseguenza, indagare le percezioni individuali di cambiamento è fondamentale al fine di massimizzarne i benefici e minimizzarne le conseguenze negative. Obiettivi. Questa ricerca è volta ad analizzare se le percezioni di cambiamento organizzativo possano essere associate alla resilienza attraverso il conflitto di ruolo e se la ricerca di un equilibrio positivo lavoro-vita privata possa moderare tale relazione. Metodo. 178 lavoratori impiegati in una sede italiana di una multinazionale hanno compilato un questionario self-report volto a misurare: percezioni di cambiamento (Occupational Checkup System OCS), conflitto di ruolo (Questionario Strumento Indicatore HSE-INAIL), resilienza (Connor-Davidson Resilience Scale CDRISC) e strategie di coping (Occupational Stress Inventory OSI). Successivamente, 40 lavoratori hanno preso parte a focus group condotti da due psicologi. I dati sono stati analizzati tramite modelli di mediazione, mediazione moderata e analisi tematica. Risultati. Le percezioni di cambiamento sono positivamente associate al conflitto di ruolo (β=.43, p<.001). Ciò, a sua volta, si associa negativamente alla resilienza (β= -.20, p<.05). La ricerca di equilibrio lavoro-vita privata mitiga gli effetti del conflitto di ruolo sulla resilienza (β=.17, p<.05) suggerendo che l’effetto negativo delle percezioni di cambiamento sulla resilienza attraverso il conflitto di ruolo sia minore per le persone con maggiori tendenze a cercare un equilibrio lavoro-vita privata. I risultati dei focus group confermano ed approfondiscono i risultati quantitativi. Limiti. Questo studio trasversale adotta soltanto misure self-report. Aspetti innovativi. È il primo studio a metodo misto focalizzato sugli effetti che le percezioni individuali del cambiamento organizzativo possono avere sul conflitto di ruolo e sulla resilienza. Inoltre, si evidenzia la necessità di sostenere i dipendenti nella ricerca di un equilibrio positivo tra lavoro e vita privata.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/1652854
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact