“Le deve servire per un’insigne chiesa”: Sulle pale d’altare per Santa Maria Assunta di Carignano e la fortuna dei pittori forestieri a Genova