Introduzione Le recenti statistiche sull’uso di sostanze (World Drug Report, 2018) mostrano che si è abbassata l’età di esordio del consumo, è aumentato il consumo di sostanze illegali negli studenti, e l’abuso di sostanze in adolescenza aumenta la probabilità di sviluppare problemi di salute fisica e mentale (Hall et al.,2016). In questo studio ci proponiamo di esaminare il ruolo dei fattori di protezione rispetto all’uso di sostanze in adolescenti colombiani. La Colombia è un contesto noto per il narcotraffico e per una storia di guerriglia prolungatasi sino all’anno scorso. Nel corso degli ultimi due anni il processo di pace ha preso avvio a partire dal problema del narcotraffico e ha incluso l’obiettivo di mettere in atto programmi di prevenzione relativi all’uso di sostanze. Ad oggi, è prioritario per il Governo Colombiano la riduzione del contatto precoce con le sostanze psicoattive, nonché il contrasto della progressione verso schemi di abuso e dipendenza (Ministero della Salute della Colombia,2017). Partendo da tali premesse si intende approfondire il ruolo protettivo dell’Autoefficacia Regolatoria degli adolescenti(ARA) e dell’Autoefficacia Genitoriale(APG), ampiamente studiati nel contesto Italiano-Europeo e Nord Americano (Bandura,1997), nonché il contributo del comportamento di rotture delle regole (Rule Breaking; RB) rispetto all’uso di sostanze in un gruppo di adolescenti colombiani. Metodo Hanno partecipato alla ricerca 570 adolescenti colombiani (58% maschi; Metà=13,DS=1,07) e 450 genitori provenienti dalle città di Medellín (regione di Antioquia) e Santa Marta (regione del Caribe). L’uso di sostanze è stato valutato attraverso 4 item che misurano la frequenza d’uso di: alcol, tabacco, marijuana e altre sostanze stupefacenti (Elliot et al.,1985). La ARA è stata misurata attraverso 2 item della scala di Pastorelli e Picconi (2001) (α=.50). La APG è stata misurata attraverso 8 item della scala di Pastorelli e Gerbino(2001) (α=.87). Il RB è stato misurato attraverso 15 item dello Youth Self-Report (YSR; Achenbach,1991). Risultati Dall’analisi delle correlazioni sono emerse delle relazioni tra l’uso di sostanze (VD) e variabili individuali e contestuali. Attraverso una regressione gerarchica a 4 step, sono state inserite le seguenti variabili indipendenti: (1) età, (2) RB, (3) ARA, e (4) APG. I risultati hanno evidenziato differenze relative alla città di provenienza. In particolare, per gli adolescenti della città di Medellín, oltre al RB, la APG si associa negativamente con l’uso di sostanze (β=-.123, p<.05, R2=.25). Diversamente, per gli adolescenti della città di Santa Marta è solo la ARA che risulta essere associata in modo negativo all’uso di sostanze (β=-.165, p<.05, R2=.06). Conclusioni I risultati forniscono un’ulteriore conferma del ruolo protettivo dell’autoefficacia rispetto ai comportamenti disadattivi degli adolescenti e informano su importanti differenze di contesto connesse alle città di provenienza dei giovani adolescenti colombiani.

Autoefficacia regolatoria e genitoriale come fattore protettivo nell’uso di sostanze negli adolescenti colombiani / Gómez Plata, M; Laghi, F; Cirimele, F; Thartori, E; Paba Barbosa, C; Luengo Kanacri, P; Ruiz García, M; Uribe Tirado, L; Pastorelli, C. - (2019). ((Intervento presentato al convegno XXXII Congresso Nazionale Associazione Italiana di Psicologia (AIP), Sezione Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione tenutosi a Napoli.

Autoefficacia regolatoria e genitoriale come fattore protettivo nell’uso di sostanze negli adolescenti colombiani

Gómez Plata M
Primo
;
Laghi F;Cirimele F;Thartori E;Paba Barbosa C;Luengo Kanacri P;Pastorelli C
2019

Abstract

Introduzione Le recenti statistiche sull’uso di sostanze (World Drug Report, 2018) mostrano che si è abbassata l’età di esordio del consumo, è aumentato il consumo di sostanze illegali negli studenti, e l’abuso di sostanze in adolescenza aumenta la probabilità di sviluppare problemi di salute fisica e mentale (Hall et al.,2016). In questo studio ci proponiamo di esaminare il ruolo dei fattori di protezione rispetto all’uso di sostanze in adolescenti colombiani. La Colombia è un contesto noto per il narcotraffico e per una storia di guerriglia prolungatasi sino all’anno scorso. Nel corso degli ultimi due anni il processo di pace ha preso avvio a partire dal problema del narcotraffico e ha incluso l’obiettivo di mettere in atto programmi di prevenzione relativi all’uso di sostanze. Ad oggi, è prioritario per il Governo Colombiano la riduzione del contatto precoce con le sostanze psicoattive, nonché il contrasto della progressione verso schemi di abuso e dipendenza (Ministero della Salute della Colombia,2017). Partendo da tali premesse si intende approfondire il ruolo protettivo dell’Autoefficacia Regolatoria degli adolescenti(ARA) e dell’Autoefficacia Genitoriale(APG), ampiamente studiati nel contesto Italiano-Europeo e Nord Americano (Bandura,1997), nonché il contributo del comportamento di rotture delle regole (Rule Breaking; RB) rispetto all’uso di sostanze in un gruppo di adolescenti colombiani. Metodo Hanno partecipato alla ricerca 570 adolescenti colombiani (58% maschi; Metà=13,DS=1,07) e 450 genitori provenienti dalle città di Medellín (regione di Antioquia) e Santa Marta (regione del Caribe). L’uso di sostanze è stato valutato attraverso 4 item che misurano la frequenza d’uso di: alcol, tabacco, marijuana e altre sostanze stupefacenti (Elliot et al.,1985). La ARA è stata misurata attraverso 2 item della scala di Pastorelli e Picconi (2001) (α=.50). La APG è stata misurata attraverso 8 item della scala di Pastorelli e Gerbino(2001) (α=.87). Il RB è stato misurato attraverso 15 item dello Youth Self-Report (YSR; Achenbach,1991). Risultati Dall’analisi delle correlazioni sono emerse delle relazioni tra l’uso di sostanze (VD) e variabili individuali e contestuali. Attraverso una regressione gerarchica a 4 step, sono state inserite le seguenti variabili indipendenti: (1) età, (2) RB, (3) ARA, e (4) APG. I risultati hanno evidenziato differenze relative alla città di provenienza. In particolare, per gli adolescenti della città di Medellín, oltre al RB, la APG si associa negativamente con l’uso di sostanze (β=-.123, p<.05, R2=.25). Diversamente, per gli adolescenti della città di Santa Marta è solo la ARA che risulta essere associata in modo negativo all’uso di sostanze (β=-.165, p<.05, R2=.06). Conclusioni I risultati forniscono un’ulteriore conferma del ruolo protettivo dell’autoefficacia rispetto ai comportamenti disadattivi degli adolescenti e informano su importanti differenze di contesto connesse alle città di provenienza dei giovani adolescenti colombiani.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1343413
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact