Civita di Bagnoregio: dall’abbandono alla reinvenzione turistica