OBJECTIVES. The aim of this study is to describe the use of a rapid maxillary expander in a patient with amelogenesis imperfecta. MATERIALS AND METHODS. A sixyear-old female patient suffering from amelogenesis imperfecta, hypoplastic type, presented with the following orthodontic problems: crossbite, deep bite, bimaxillary protrusion, increased divergence, lower arch crowding. The hypoplastic type is characterized by abnormalities of the teeth’s structure, on a hereditary basis, establishing themselves during the development of teeth in the bell stage. Usually, in amelogenesis imperfecta patients, the use of expanders or bands is complicated owing to the abnormalities of the enamel’s structure. Consequently, the selected therapy involved the use of a rapid maxillary expander modified through orthodontic adhesive mechanisms. RESULTS. The use of this device led to the expansion of the maxilla in 15 days and demonstrated an adequate stability after a one-year-follow-up. CONCLUSIONS. This protocol produced an efficient palatal expansion with adequate stability.

OBIETTIVI. Scopo del lavoro è descrivere l’uso di un espansore rapido del palato in un paziente con amelogenesi imperfetta. MATERIALI E METODI. Il caso in esame riguarda una bambina di 6 anni affetta da amelogenesi imperfetta di tipo ipoplasico con malocclusione caratterizzata da: contrazione trasversale del palato, morso profondo, protrusione bimascellare, divergenza aumentata, affollamento inferiore. Il tipo ipoplasico è un’anomalia su base ereditaria, caratterizzata da alterazioni nella struttura dello smalto, che si instaura durante la fase a campana. Nei pazienti affetti da amelogenesi imperfetta, l’utilizzo di espansori rapidi o di bande sui molari è reso difficile dalle anomalie di struttura dello smalto, di conseguenza è stato ideato e realizzato un espansore rapido del mascellare modificato. RISULTATI. Il dispositivo in oggetto ha permesso l’espansione del mascellare superiore in 15 giorni con il mantenimento del risultato ottenuto dopo un follow-up di un anno. CONCLUSIONI. L’utilizzo di un espansore modificato ha prodotto un’espansione efficace e stabile nel tempo

Utilizzo di un espansore mascellare rapido modificato in un caso di amelogenesi imperfetta. A modified rapid maxillary expander in a case of amelogenesis imperfecta / Ierardo, G.; Luzzi, V.; Nardacci, G.; Di Carlo, G.; Guaragna, M.; Covello, F.; Polimeni, A.. - In: DENTAL CADMOS. - ISSN 0011-8524. - STAMPA. - 85:6(2017), pp. 2-7. [10.19256/d.cadmos.06.2017.07]

Utilizzo di un espansore mascellare rapido modificato in un caso di amelogenesi imperfetta. A modified rapid maxillary expander in a case of amelogenesis imperfecta

Ierardo, G.
Primo
;
Luzzi, V.
Secondo
;
Nardacci, G.;Di Carlo, G.
;
Guaragna, M.;Covello, F.
Penultimo
;
Polimeni, A.
Ultimo
2017

Abstract

OBIETTIVI. Scopo del lavoro è descrivere l’uso di un espansore rapido del palato in un paziente con amelogenesi imperfetta. MATERIALI E METODI. Il caso in esame riguarda una bambina di 6 anni affetta da amelogenesi imperfetta di tipo ipoplasico con malocclusione caratterizzata da: contrazione trasversale del palato, morso profondo, protrusione bimascellare, divergenza aumentata, affollamento inferiore. Il tipo ipoplasico è un’anomalia su base ereditaria, caratterizzata da alterazioni nella struttura dello smalto, che si instaura durante la fase a campana. Nei pazienti affetti da amelogenesi imperfetta, l’utilizzo di espansori rapidi o di bande sui molari è reso difficile dalle anomalie di struttura dello smalto, di conseguenza è stato ideato e realizzato un espansore rapido del mascellare modificato. RISULTATI. Il dispositivo in oggetto ha permesso l’espansione del mascellare superiore in 15 giorni con il mantenimento del risultato ottenuto dopo un follow-up di un anno. CONCLUSIONI. L’utilizzo di un espansore modificato ha prodotto un’espansione efficace e stabile nel tempo
OBJECTIVES. The aim of this study is to describe the use of a rapid maxillary expander in a patient with amelogenesis imperfecta. MATERIALS AND METHODS. A sixyear-old female patient suffering from amelogenesis imperfecta, hypoplastic type, presented with the following orthodontic problems: crossbite, deep bite, bimaxillary protrusion, increased divergence, lower arch crowding. The hypoplastic type is characterized by abnormalities of the teeth’s structure, on a hereditary basis, establishing themselves during the development of teeth in the bell stage. Usually, in amelogenesis imperfecta patients, the use of expanders or bands is complicated owing to the abnormalities of the enamel’s structure. Consequently, the selected therapy involved the use of a rapid maxillary expander modified through orthodontic adhesive mechanisms. RESULTS. The use of this device led to the expansion of the maxilla in 15 days and demonstrated an adequate stability after a one-year-follow-up. CONCLUSIONS. This protocol produced an efficient palatal expansion with adequate stability.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Ierardo_Utilizzo_2017.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 909.32 kB
Formato Adobe PDF
909.32 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/973999
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact