Understanding health as a fundamental human right, not limited only to the biological dimension, but including the social, economic, and political ones, the authors, after briefly describing the politics enacted at the European level to protect migrant health, analyzethe Italian experience in the light of international guidelines. Italy is, in fact, a specific and advanced case of migrant health protection; it’s very inclusive health policy recognizes the equality in rights and responsibilities of legal citizens and offers protection and assistance to immigrants without legal authorization to reside in the country. However, even in an advanced context such as the Italian, it is important to transition from an assistance-based approach to a broader one of health promotion through intersectoral policies in light of the theory of the social determinants of health. Addressing the issue of migrant health represents an opportunity for the health services and, in general, for migration policies to become more focused on each person, his/her history, and the context in which he/she lives in.

Intendendo la salute come un diritto umano fondamentale che non si esaurisce alla dimensione biologica ma si estende a quella sociale, economica e politica, gli autori, dopo aver descritto brevemente le politiche che a livello europeo sono state emanate per tutelare la salute dei migranti, analizzano l’esperienza italiana alla luce delle direttive internazionali. L’Italia rappresenta infatti un caso particolare ed avanzato di tutela della salute dei migranti; la sua politica sanitaria decisamente inclusiva riconosce parità di diritti e doveri ai cittadini regolarmente presenti ed ammette ampie possibilità di protezione ed assistenza anche per gli immigrati privi di permesso di soggiorno. Tuttavia, anche in un contesto avanzato come quello italiano, è necessaria un’evoluzione da un approccio di tipo assistenzialistico ad uno più ampio di promozione della salute attraverso politiche di natura intersettoriale, alla luce della teoria dei determinanti sociali di salute. Affrontare la tematica della salute del popolo migrante rappresenta un’occasione per rendere i servizi sanitari in particolare e le politiche migratorie in generale più attente ad ogni persona, alla sua storia e al contesto nel quale essa vive.

Le politiche per la tutela della salute dei migranti: il contesto europeo e il caso Italia / Rinaldi, Alessandro; Civitelli, Giulia; Marceca, Maurizio; Paglione, Lorenzo. - In: REMHU. - ISSN 2237-9843. - ELETTRONICO. - 40:(2013), pp. 9-26.

Le politiche per la tutela della salute dei migranti: il contesto europeo e il caso Italia

RINALDI, ALESSANDRO;CIVITELLI, GIULIA;MARCECA, Maurizio;PAGLIONE, LORENZO
2013

Abstract

Intendendo la salute come un diritto umano fondamentale che non si esaurisce alla dimensione biologica ma si estende a quella sociale, economica e politica, gli autori, dopo aver descritto brevemente le politiche che a livello europeo sono state emanate per tutelare la salute dei migranti, analizzano l’esperienza italiana alla luce delle direttive internazionali. L’Italia rappresenta infatti un caso particolare ed avanzato di tutela della salute dei migranti; la sua politica sanitaria decisamente inclusiva riconosce parità di diritti e doveri ai cittadini regolarmente presenti ed ammette ampie possibilità di protezione ed assistenza anche per gli immigrati privi di permesso di soggiorno. Tuttavia, anche in un contesto avanzato come quello italiano, è necessaria un’evoluzione da un approccio di tipo assistenzialistico ad uno più ampio di promozione della salute attraverso politiche di natura intersettoriale, alla luce della teoria dei determinanti sociali di salute. Affrontare la tematica della salute del popolo migrante rappresenta un’occasione per rendere i servizi sanitari in particolare e le politiche migratorie in generale più attente ad ogni persona, alla sua storia e al contesto nel quale essa vive.
Understanding health as a fundamental human right, not limited only to the biological dimension, but including the social, economic, and political ones, the authors, after briefly describing the politics enacted at the European level to protect migrant health, analyzethe Italian experience in the light of international guidelines. Italy is, in fact, a specific and advanced case of migrant health protection; it’s very inclusive health policy recognizes the equality in rights and responsibilities of legal citizens and offers protection and assistance to immigrants without legal authorization to reside in the country. However, even in an advanced context such as the Italian, it is important to transition from an assistance-based approach to a broader one of health promotion through intersectoral policies in light of the theory of the social determinants of health. Addressing the issue of migrant health represents an opportunity for the health services and, in general, for migration policies to become more focused on each person, his/her history, and the context in which he/she lives in.
Migrazione, salute, politiche sanitarie, determinanti sociali di salute, Italia e Europa
01 Pubblicazione su rivista::01a Articolo in rivista
Le politiche per la tutela della salute dei migranti: il contesto europeo e il caso Italia / Rinaldi, Alessandro; Civitelli, Giulia; Marceca, Maurizio; Paglione, Lorenzo. - In: REMHU. - ISSN 2237-9843. - ELETTRONICO. - 40:(2013), pp. 9-26.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/964667
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact