Costruzione come manipolazione? Una difesa del costruttivismo