Sull'errore nella risoluzione approssimata di problemi di equazioni differenziali ordinarie con autovalori