Immaginari comunicativi e mediali nella letteratura distopica