Commento critico sul Convegno "L'antro della Sibilla"