La poesia di Elena Fanajlova fra pubblico e privato