The experimenting multi-criteria system is able to assess the urban spaces’ ergonomics level. For a correct representation of reality it is necessary to identify the variables that affect the dynamic relationship between people and built environment. Variables determination is required for the construction of an interpretive model (Bayesian network) about urban spaces ergonomics, that is based on a process of phenomenon’s decomposition. The network allows to maintain coherence in probability distributions of the different nodes: if a probability value of a variable is changed, the network propagates the effects to all the other nodes. Assigning different weights to the variables, the model processes data related to each of them, whose result provides the ergonomics level of urban space.

La promozione di stili di vita funzionali al benessere è il risultato dell’affermazione di una nuova cultura delle trasformazioni territoriali tendente alla riqualificazione del tessuto urbano esistente. In tale contesto è crescente l’interesse nel rapporto dinamico che intercorre tra le caratteristiche fisiche del quartiere, la salute dei residenti ed il loro benessere. Sono state individuate numerose relazioni tra i vari elementi dell’ambiente costruito e l’attività fisica che, in qualche modo, possono essere valutate. Per una corretta rappresentazione della realtà occorre, in primo luogo, individuare le variabili che influenzano la relazione dinamica che intercorre tra gli abitanti e l’ambiente costruito, attraverso la sua osservazione sistematica nell’intento di evidenziare la presenza e la qualità delle differenti caratteristiche che possono influenzare lo stile di vita degli abitanti, il loro comportamento e la loro attitudine a svolgere attività fisica. In proposito oggi vengono utilizzate alcune categorie di dati che provano a misurare la qualità dell’ambiente costruito. Tali valutazioni, nella maggior parte dei casi, sono di carattere qualitativo e non individuano i pesi di una variabile rispetto ad un’altra. Il presente lavoro di ricerca intende fornire un contributo proponendo di parametrare le relazioni tra comportamento degli abitanti e le caratteristiche dell’ambiente costruito attraverso l’individuazione e la sperimentazione di un sistema multicriteriale in grado di valutare il livello di ergonomia degli spazi urbani. Si propone, in prima analisi, la costruzione di un sistema di variabili che descrivono le relazioni tra le caratteristiche di un quartiere e il comportamento degli abitanti; tale struttura si basa su un approccio metodologico fondato sul sistema esigenze/requisiti/prestazioni proposto in ambito edilizio dalla UNI. Il suddetto sistema di classificazione, peraltro, è stato esteso dalla scala edilizia al sistema ambientale degli spazi aperti circostanziando l’analisi alle sole classi esigenziali di maggiore interesse per il tema trattato: fruibilità, benessere e sicurezza. A partire dalla precedente classificazione, si procederà all’implementazione di un modello teorico costruito sul metodo probabilistico delle reti bayesiane, utilizzato proprio come modello interpretativo (rete Bayesiana) dell’ergonomia degli spazi. Le variabili individuate che descrivono l’ambiente esterno, misurabili attraverso l’uso di strumenti di misura o simulazione o valutabili attraverso metodi statistici, rappresentano parametri, che forniscono informazioni sintetiche su un determinato sistema complesso di difficile interpretazione: si tratta, quindi, di indicatori. L’applicazione della rete bayesiana, oltre a garantire la rappresentazione di fenomeni reali, riesce a fornire diversi tipi di calcolo logico permettendo così la quantificazione e la determinazione dei valori di ponderazione e dei valori di soglia da applicare agli specifici indicatori selezionati. Elaborato il modello definitivo, si procederà alla validazione dello stesso attraverso l’applicazione a più casi di studio su quartieri esistenti e la simulazione di progetti di quartieri. Lo strumento così elaborato potrà essere utilizzato per la valutazione dello stato attuale dei quartieri, nella ricerca dei fattori in grado di incidere sulla riqualificazione e sulla progettazione degli spazi esterni, attività, questa, propedeutica per migliorare le performance degli spazi e favorirne un miglioramento della qualità.

Ergonomia degli spazi urbani:sperimentazione di un sistema multicriteriale per la valutazione / Appolloni, Letizia; D'Alessandro, Daniela; Cecere, Carlo; C., Patrizio. - In: IL PROGETTO SOSTENIBILE. - ISSN 1974-3327. - STAMPA. - n° 34-35:Semestrale anno XXII(2014), pp. 114-119.

Ergonomia degli spazi urbani:sperimentazione di un sistema multicriteriale per la valutazione

APPOLLONI, LETIZIA;D'ALESSANDRO, Daniela;CECERE, Carlo;
2014

Abstract

La promozione di stili di vita funzionali al benessere è il risultato dell’affermazione di una nuova cultura delle trasformazioni territoriali tendente alla riqualificazione del tessuto urbano esistente. In tale contesto è crescente l’interesse nel rapporto dinamico che intercorre tra le caratteristiche fisiche del quartiere, la salute dei residenti ed il loro benessere. Sono state individuate numerose relazioni tra i vari elementi dell’ambiente costruito e l’attività fisica che, in qualche modo, possono essere valutate. Per una corretta rappresentazione della realtà occorre, in primo luogo, individuare le variabili che influenzano la relazione dinamica che intercorre tra gli abitanti e l’ambiente costruito, attraverso la sua osservazione sistematica nell’intento di evidenziare la presenza e la qualità delle differenti caratteristiche che possono influenzare lo stile di vita degli abitanti, il loro comportamento e la loro attitudine a svolgere attività fisica. In proposito oggi vengono utilizzate alcune categorie di dati che provano a misurare la qualità dell’ambiente costruito. Tali valutazioni, nella maggior parte dei casi, sono di carattere qualitativo e non individuano i pesi di una variabile rispetto ad un’altra. Il presente lavoro di ricerca intende fornire un contributo proponendo di parametrare le relazioni tra comportamento degli abitanti e le caratteristiche dell’ambiente costruito attraverso l’individuazione e la sperimentazione di un sistema multicriteriale in grado di valutare il livello di ergonomia degli spazi urbani. Si propone, in prima analisi, la costruzione di un sistema di variabili che descrivono le relazioni tra le caratteristiche di un quartiere e il comportamento degli abitanti; tale struttura si basa su un approccio metodologico fondato sul sistema esigenze/requisiti/prestazioni proposto in ambito edilizio dalla UNI. Il suddetto sistema di classificazione, peraltro, è stato esteso dalla scala edilizia al sistema ambientale degli spazi aperti circostanziando l’analisi alle sole classi esigenziali di maggiore interesse per il tema trattato: fruibilità, benessere e sicurezza. A partire dalla precedente classificazione, si procederà all’implementazione di un modello teorico costruito sul metodo probabilistico delle reti bayesiane, utilizzato proprio come modello interpretativo (rete Bayesiana) dell’ergonomia degli spazi. Le variabili individuate che descrivono l’ambiente esterno, misurabili attraverso l’uso di strumenti di misura o simulazione o valutabili attraverso metodi statistici, rappresentano parametri, che forniscono informazioni sintetiche su un determinato sistema complesso di difficile interpretazione: si tratta, quindi, di indicatori. L’applicazione della rete bayesiana, oltre a garantire la rappresentazione di fenomeni reali, riesce a fornire diversi tipi di calcolo logico permettendo così la quantificazione e la determinazione dei valori di ponderazione e dei valori di soglia da applicare agli specifici indicatori selezionati. Elaborato il modello definitivo, si procederà alla validazione dello stesso attraverso l’applicazione a più casi di studio su quartieri esistenti e la simulazione di progetti di quartieri. Lo strumento così elaborato potrà essere utilizzato per la valutazione dello stato attuale dei quartieri, nella ricerca dei fattori in grado di incidere sulla riqualificazione e sulla progettazione degli spazi esterni, attività, questa, propedeutica per migliorare le performance degli spazi e favorirne un miglioramento della qualità.
The experimenting multi-criteria system is able to assess the urban spaces’ ergonomics level. For a correct representation of reality it is necessary to identify the variables that affect the dynamic relationship between people and built environment. Variables determination is required for the construction of an interpretive model (Bayesian network) about urban spaces ergonomics, that is based on a process of phenomenon’s decomposition. The network allows to maintain coherence in probability distributions of the different nodes: if a probability value of a variable is changed, the network propagates the effects to all the other nodes. Assigning different weights to the variables, the model processes data related to each of them, whose result provides the ergonomics level of urban space.
01 Pubblicazione su rivista::01a Articolo in rivista
Ergonomia degli spazi urbani:sperimentazione di un sistema multicriteriale per la valutazione / Appolloni, Letizia; D'Alessandro, Daniela; Cecere, Carlo; C., Patrizio. - In: IL PROGETTO SOSTENIBILE. - ISSN 1974-3327. - STAMPA. - n° 34-35:Semestrale anno XXII(2014), pp. 114-119.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/776176
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact