La dispersione dell'onda P come ulteriore marker di pazienti a rischio di fibrillazione atriale parossistica.