Through an in-depth analysis of the Old Persian inscriptions of the Achaemenid period, this paper aims to determine the functional status of grammatical cases and prepositional phrases which occur in expressions of spatial complements. Particular attention is given to the role of Goal expressed by the accusative case, both plain and within a prepositional phrase. The investigation also involves interesting typological features, given that the loss of the morphosyntactic autonomy of cases and the consequent formation of prepositional phrases constitute important evidence of language transformation from synthetic to analytic.

Lo scopo del presente contributo è accertare, grazie ad un’analisi delle iscrizioni antico-persiane di epoca achemenide, quale fosse lo statuto funzionale dei casi grammaticali e dei sintagmi preposizionali utilizzati nell’espressione dei complementi di luogo. Particolare attenzione è dedicata alla nozione di “meta” espressa dal caso accusativo, semplice o in sintagma preposizionale. Quest’indagine, inoltre, implica interessanti risvolti tipologici, dal momento che la perdita di autonomia morfosintattica dei casi e la conseguente formazione di sintagmi preposizionali costituiscono indizi rilevanti della trasformazione di una lingua da sintetica ad analitica.

Aspetti di morfosintassi dell'antico persiano / Pompeo, Flavia. - STAMPA. - (2012), pp. 189-217. ((Intervento presentato al convegno Discontinuità e creolizzazione nella formazione dell’Europa linguistica tenutosi a Università degli Studi della Tuscia, Viterbo.

Aspetti di morfosintassi dell'antico persiano

POMPEO, Flavia
2012

Abstract

Lo scopo del presente contributo è accertare, grazie ad un’analisi delle iscrizioni antico-persiane di epoca achemenide, quale fosse lo statuto funzionale dei casi grammaticali e dei sintagmi preposizionali utilizzati nell’espressione dei complementi di luogo. Particolare attenzione è dedicata alla nozione di “meta” espressa dal caso accusativo, semplice o in sintagma preposizionale. Quest’indagine, inoltre, implica interessanti risvolti tipologici, dal momento che la perdita di autonomia morfosintattica dei casi e la conseguente formazione di sintagmi preposizionali costituiscono indizi rilevanti della trasformazione di una lingua da sintetica ad analitica.
8889837845
Through an in-depth analysis of the Old Persian inscriptions of the Achaemenid period, this paper aims to determine the functional status of grammatical cases and prepositional phrases which occur in expressions of spatial complements. Particular attention is given to the role of Goal expressed by the accusative case, both plain and within a prepositional phrase. The investigation also involves interesting typological features, given that the loss of the morphosyntactic autonomy of cases and the consequent formation of prepositional phrases constitute important evidence of language transformation from synthetic to analytic.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Pompeo_Aspetti-morfosintassi-antico_2012.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 539.34 kB
Formato Adobe PDF
539.34 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/61622
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact