L'io, l'immagine, il cervello. Sulla teoria cartesiana della visione