The unfinished church of Santa Maria del Pianto in Rome - whose construction began in the early 1600s - offers us the chance to examine in detail the construction techniques employed. The large number of historical records available - and, above all, the architectural survey and a direct examination of the buiding - enable us to review the features that characterise its construction. This research focuses particularly on the side elevation planned for the church. It discusses the quality of the entablature and the masonry techniques used to lay the bricks cladding its façade, from both a technical and an aesthetic standpoint. All this is considered in relation to the broader architectural panorama existing in Rome in the years spanning the late 1500s and early 1600s.

La realizzazione incompiuta della chiesa romana di Santa Maria del Pianto, avviatasi all’inizio del Seicento, è occasione per un approfondimento sulle tecniche costruttive impiegate. La ricca documentazione di archivio disponibile e soprattutto il rilievo di dettaglio e l’analisi diretta dell’edificio permettono di rileggere i suoi caratteri costruttivi. Lo studio si incentra in modo particolare sul prospetto laterale abbozzato per la chiesa. Si discute delle qualità della trabeazione e della modalità di apparecchiatura dei mattoni della cortina di rivestimento, sia sul piano tecnico che estetico. Ciò viene ricondotto al più ampio panorama architettonico romano degli anni a cavallo fra tardo Cinquecento e primo Seicento.

La chiesa di Santa Maria del Pianto e il suo prospetto laterale: note da un cantiere interrotto del primo Seicento romano / Caperna, Maurizio; A., Giacopello. - In: MATERIALI E STRUTTURE. - ISSN 1121-2373. - STAMPA. - 4:(2013), pp. 51-74.

La chiesa di Santa Maria del Pianto e il suo prospetto laterale: note da un cantiere interrotto del primo Seicento romano

CAPERNA, Maurizio;
2013

Abstract

La realizzazione incompiuta della chiesa romana di Santa Maria del Pianto, avviatasi all’inizio del Seicento, è occasione per un approfondimento sulle tecniche costruttive impiegate. La ricca documentazione di archivio disponibile e soprattutto il rilievo di dettaglio e l’analisi diretta dell’edificio permettono di rileggere i suoi caratteri costruttivi. Lo studio si incentra in modo particolare sul prospetto laterale abbozzato per la chiesa. Si discute delle qualità della trabeazione e della modalità di apparecchiatura dei mattoni della cortina di rivestimento, sia sul piano tecnico che estetico. Ciò viene ricondotto al più ampio panorama architettonico romano degli anni a cavallo fra tardo Cinquecento e primo Seicento.
The unfinished church of Santa Maria del Pianto in Rome - whose construction began in the early 1600s - offers us the chance to examine in detail the construction techniques employed. The large number of historical records available - and, above all, the architectural survey and a direct examination of the buiding - enable us to review the features that characterise its construction. This research focuses particularly on the side elevation planned for the church. It discusses the quality of the entablature and the masonry techniques used to lay the bricks cladding its façade, from both a technical and an aesthetic standpoint. All this is considered in relation to the broader architectural panorama existing in Rome in the years spanning the late 1500s and early 1600s.
Roma; tecniche costruttive; cortina laterizia
01 Pubblicazione su rivista::01a Articolo in rivista
La chiesa di Santa Maria del Pianto e il suo prospetto laterale: note da un cantiere interrotto del primo Seicento romano / Caperna, Maurizio; A., Giacopello. - In: MATERIALI E STRUTTURE. - ISSN 1121-2373. - STAMPA. - 4:(2013), pp. 51-74.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/574186
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact