Il silenzio degli intellettuali e la sordità della politica