The Osservatorio GEMMA/GEMMA Research Centre directed by Professor Milly Buonanno was established in 2010 in the Department of Communication and Social Research – Gender and Media Matter at the University of Rome ‘La Sapienza’ with the intent to explore the role played by media and television in the production of gender specific narratives in contemporary Italy and western societies. Interested in the changing of women’s roles, the Osservatorio monitors gender representations in mass media and analyses the way gender identity is portrayed in Italian culture, with particular attention to the concept of empowerment by comparing men and women on the basis of authority, problem-solving skills, future projects, age, value systems and beliefs, behaviours, physical strength, style, dependence or independence, personal goals and strategies to achieve them.

A partire dal 2010, presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale è stato istituito l’Osservatorio “Gemma – Gender and media matter” (responsabile scientifico prof.ssa Milly Buonanno), con l’obiettivo di esplorare il ruolo dei media e della televisione in particolare nella creazione di narrazioni e immaginari sul femminile e maschile all’interno della società italiana e occidentale. Partendo dall’ipotesi di un indiscutibile cambiamento di posizionamento della figura femminile all’interno della società, l’intento dell'Osservatorio è il monitoraggio e l’analisi delle rappresentazioni di gender nella quotidianità dei mezzi di comunicazione e le modalità di trasmissione delle identità di genere nella nostra cultura. La ricerca ha previsto il monitoraggio di una settimana di programmazione su sei reti televisive nazionali, nella fascia oraria 08.00- 24.00, per un campione complessivo composto da 672 ore di registrazione. Sono stati analizzati talk-show, quiz, fiction, pubblicità, programmi d’attualità, approfondimento e informazione, intesi come luoghi privilegiati di costruzione del discorso sul genere. Il monitoraggio, svolto a cadenza periodica, si è basato su una griglia di rilevazione, fondamentale per garantire coerenza all’interrogazione dei testi mediali. La categoria centrale dell’analisi è stata l’empowerment delle persone: uomini e donne a confronto, analizzati in base all’autorevolezza, la capacità di problem solving, le aspirazioni, i progetti per il futuro, l’età, i valori, gli atteggiamenti, la sfera comportamentale, la forza fisica, lo stile, la dipendenza o l’indipendenza, gli obiettivi e le modalità di raggiungimento, così come la centralità nel programma analizzato. Attraverso questo percorso è stato fatto un tentativo di restituire alla comunità scientifica, ai principali player e alla società un ritratto in evoluzione della complessità sociale nella sua declinazione di genere. Non dobbiamo dimenticare che tutti i processi sociali sono governati dalle persone, uomini e donne, protagonisti della produzione come del consumo di media, che contribuiscono a dare la dignità valoriale e culturale agli universi che essi abitano.

Osservatorio GEMMA – Gender and Media Matter and Magistri Sine Registro Program on Cultural, Gender and Media Processes / Gavrila, Mihaela. - In: JOURNAL OF ITALIAN CINEMA & MEDIA STUDIES. - ISSN 2047-7368. - STAMPA. - 1:3:(2013), pp. 351-353. [10.1386/jicms.1.3.347_7]

Osservatorio GEMMA – Gender and Media Matter and Magistri Sine Registro Program on Cultural, Gender and Media Processes

GAVRILA, Mihaela
2013

Abstract

A partire dal 2010, presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale è stato istituito l’Osservatorio “Gemma – Gender and media matter” (responsabile scientifico prof.ssa Milly Buonanno), con l’obiettivo di esplorare il ruolo dei media e della televisione in particolare nella creazione di narrazioni e immaginari sul femminile e maschile all’interno della società italiana e occidentale. Partendo dall’ipotesi di un indiscutibile cambiamento di posizionamento della figura femminile all’interno della società, l’intento dell'Osservatorio è il monitoraggio e l’analisi delle rappresentazioni di gender nella quotidianità dei mezzi di comunicazione e le modalità di trasmissione delle identità di genere nella nostra cultura. La ricerca ha previsto il monitoraggio di una settimana di programmazione su sei reti televisive nazionali, nella fascia oraria 08.00- 24.00, per un campione complessivo composto da 672 ore di registrazione. Sono stati analizzati talk-show, quiz, fiction, pubblicità, programmi d’attualità, approfondimento e informazione, intesi come luoghi privilegiati di costruzione del discorso sul genere. Il monitoraggio, svolto a cadenza periodica, si è basato su una griglia di rilevazione, fondamentale per garantire coerenza all’interrogazione dei testi mediali. La categoria centrale dell’analisi è stata l’empowerment delle persone: uomini e donne a confronto, analizzati in base all’autorevolezza, la capacità di problem solving, le aspirazioni, i progetti per il futuro, l’età, i valori, gli atteggiamenti, la sfera comportamentale, la forza fisica, lo stile, la dipendenza o l’indipendenza, gli obiettivi e le modalità di raggiungimento, così come la centralità nel programma analizzato. Attraverso questo percorso è stato fatto un tentativo di restituire alla comunità scientifica, ai principali player e alla società un ritratto in evoluzione della complessità sociale nella sua declinazione di genere. Non dobbiamo dimenticare che tutti i processi sociali sono governati dalle persone, uomini e donne, protagonisti della produzione come del consumo di media, che contribuiscono a dare la dignità valoriale e culturale agli universi che essi abitano.
The Osservatorio GEMMA/GEMMA Research Centre directed by Professor Milly Buonanno was established in 2010 in the Department of Communication and Social Research – Gender and Media Matter at the University of Rome ‘La Sapienza’ with the intent to explore the role played by media and television in the production of gender specific narratives in contemporary Italy and western societies. Interested in the changing of women’s roles, the Osservatorio monitors gender representations in mass media and analyses the way gender identity is portrayed in Italian culture, with particular attention to the concept of empowerment by comparing men and women on the basis of authority, problem-solving skills, future projects, age, value systems and beliefs, behaviours, physical strength, style, dependence or independence, personal goals and strategies to achieve them.
01 Pubblicazione su rivista::01a Articolo in rivista
Osservatorio GEMMA – Gender and Media Matter and Magistri Sine Registro Program on Cultural, Gender and Media Processes / Gavrila, Mihaela. - In: JOURNAL OF ITALIAN CINEMA & MEDIA STUDIES. - ISSN 2047-7368. - STAMPA. - 1:3:(2013), pp. 351-353. [10.1386/jicms.1.3.347_7]
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/535228
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact