I PREPARATI ANATOMO-PATOLOGICI PROVENIENTI DALLA COLLEZIONE LUIGI GEDDA DEL CSS MENDEL DI ROMA: UN’IPOTESI MUSEOLOGICA