Qualcosa in comune? Alcune note sull'azione che si apre al mondo