Sull’impiego della grandezza exergia nell’analisi delle trasformazioni termodinamiche