Four years after the highly criticized decision in Behrami and Saramati, on 7 July 2011 the European Court of Human Rights returned in Al-Jedda v. United Kingdom to the applicability of the European Convention on Human Rights to acts undertaken by military forces of Member States acting abroad under an authorization of the United Nations Security Council. The article examines the main implications of that case law by comparing how the Court addressed the following issues in Behrami and Saramati and in Al-Jedda: the legal nature of UNSC authorizations to states to use force; the attribu-tion of conduct of military personnel in this kind of situations and the relationship be-tween the European Convention and the UN collective security system. According to the author, the Al-Jedda judgment presents some elements of continuity with the Behrami and Saramati decision (such as the distinction among different models of UNSC authorization), but also significant developments (especially with reg

A distanza di quattro anni dalla decisione assai controversa sui casi Behrami e Saramati, la Corte europea dei diritti umani è tornata ad occuparsi della questione dell’applicabilità della CEDU alle operazioni militari poste in essere dagli Stati membri sulla base di autorizzazioni all’uso della forza emanate dal Consiglio di sicurezza dell’ONU nel caso Al-Jedda c. Regno Unito. Il saggio esamina le principali implicazioni di queste pronunce mettendo a confronto le soluzione raggiunte nella decisione sui casi Behrami e Saramati e nella sentenza sul caso Al-Jedda in ordine a tre questioni principali: la natura giuridica delle autorizzazioni del Consiglio di sicurezza all’uso della forza; la questione dell’attribuzione delle condotte del personale militare in questo tipo di situazioni; i rapporti tra la CEDU e il sistema di sicurezza collettivo dell’ONU. L’analisi rivela che la sentenza Al-Jedda presenta diversi elementi di continuità rispetto alla giurisprudenza anteriore (con riguardo ad esempio alla distinzione tra diversi modelli di autorizzazioni del Consiglio), ma anche alcuni significativi sviluppi (relativamente alla possibilità della doppia imputabilità agli Stati e all’ONU della condotta dei contingenti nazionali inquadrati nelle missioni autorizzate dal Consiglio di sicurezza e all’introduzione di una presunzione in favore dell’interpretazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza in conformità alle norme in materia di tutela dei diritti fondamentali).

Le autorizzazioni del Consiglio di sicurezza davanti alla Corte europea dei diritti umani: dalla decisione sui casi Behrami e Saramati alla sentenza Al-Jedda / Papa, MARIA IRENE. - In: DIRITTI UMANI E DIRITTO INTERNAZIONALE. - ISSN 1971-7105. - STAMPA. - 6:(2012), pp. 229-262.

Le autorizzazioni del Consiglio di sicurezza davanti alla Corte europea dei diritti umani: dalla decisione sui casi Behrami e Saramati alla sentenza Al-Jedda

PAPA, MARIA IRENE
2012

Abstract

A distanza di quattro anni dalla decisione assai controversa sui casi Behrami e Saramati, la Corte europea dei diritti umani è tornata ad occuparsi della questione dell’applicabilità della CEDU alle operazioni militari poste in essere dagli Stati membri sulla base di autorizzazioni all’uso della forza emanate dal Consiglio di sicurezza dell’ONU nel caso Al-Jedda c. Regno Unito. Il saggio esamina le principali implicazioni di queste pronunce mettendo a confronto le soluzione raggiunte nella decisione sui casi Behrami e Saramati e nella sentenza sul caso Al-Jedda in ordine a tre questioni principali: la natura giuridica delle autorizzazioni del Consiglio di sicurezza all’uso della forza; la questione dell’attribuzione delle condotte del personale militare in questo tipo di situazioni; i rapporti tra la CEDU e il sistema di sicurezza collettivo dell’ONU. L’analisi rivela che la sentenza Al-Jedda presenta diversi elementi di continuità rispetto alla giurisprudenza anteriore (con riguardo ad esempio alla distinzione tra diversi modelli di autorizzazioni del Consiglio), ma anche alcuni significativi sviluppi (relativamente alla possibilità della doppia imputabilità agli Stati e all’ONU della condotta dei contingenti nazionali inquadrati nelle missioni autorizzate dal Consiglio di sicurezza e all’introduzione di una presunzione in favore dell’interpretazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza in conformità alle norme in materia di tutela dei diritti fondamentali).
Four years after the highly criticized decision in Behrami and Saramati, on 7 July 2011 the European Court of Human Rights returned in Al-Jedda v. United Kingdom to the applicability of the European Convention on Human Rights to acts undertaken by military forces of Member States acting abroad under an authorization of the United Nations Security Council. The article examines the main implications of that case law by comparing how the Court addressed the following issues in Behrami and Saramati and in Al-Jedda: the legal nature of UNSC authorizations to states to use force; the attribu-tion of conduct of military personnel in this kind of situations and the relationship be-tween the European Convention and the UN collective security system. According to the author, the Al-Jedda judgment presents some elements of continuity with the Behrami and Saramati decision (such as the distinction among different models of UNSC authorization), but also significant developments (especially with reg
01 Pubblicazione su rivista::01a Articolo in rivista
Le autorizzazioni del Consiglio di sicurezza davanti alla Corte europea dei diritti umani: dalla decisione sui casi Behrami e Saramati alla sentenza Al-Jedda / Papa, MARIA IRENE. - In: DIRITTI UMANI E DIRITTO INTERNAZIONALE. - ISSN 1971-7105. - STAMPA. - 6:(2012), pp. 229-262.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/478576
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact