L'occasionalismo di maggioranza