I beni culturali come capitale sociale