Fox-Marcos: la legittimazione reciproca