L'antropologia di Günther Anders e l'ambivalenza delle immagini