Leggere per leggere la realtà