Pci, intellettuali e casa Einaudi: echi e testimonianze della rivoluzione ungherese in Italia