Etica e medicina: una 'storia interna'?