L'arma nucleare e la morte della politica. Risposta di Agnes Heller