Le traduzioni di Zerahyah Gracian e la versione ebraica del De generatione et corruptione