Utilità e Provvidenza. Hume, Smith e la mano invisibile