Introduzione. Nel disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività (ADHD) le capacità di ricerca visiva di tipo automatico risultano conservate, mentre sembrano compromesse quelle di tipo seriale. Nel presente studio abbiamo usato un compito di ricerca visiva che utilizza come stimoli delle fotografie; due immagini, una originale e una modificata, intervallate da una schermata grigia di 80 ms, vengono presentate ciclicamente finchè non viene rilevato il cambiamento. Durante la ricerca visiva, il soggetto rivolge la propria attenzione prima verso alcune zone di interesse (dove la rilevazione automatica del cambiamento richiede minor tempo; cambiamento centrale: CC) e in secondo luogo verso altre (dove la ricerca del cambiamento è di tipo seriale; cambiamento marginale: CM). Abbiamo dunque valutato nei bambini ADHD e di Controllo (C) le abilita automatiche e seriali di fronte a stimoli con differenti contenuti semantici (gioco, mondo adulto, scuola), con lo scopo di verificare anche influenza della motivazione sulla prestazione attentiva. Metodo. A 18 bambini ADHD e 18 C sono state presentate 24 immagini (4 per ogni categoria semantica), metà con CC e metà con CM. Le immagini avevano una durata di 240 ms e la schermata grigia era di 80 ms. Risultati. Una ANOVA Gruppo(2)xCambiamento(3)xCategoria(3) sui tempi di risposta ha evidenziato effetti per il Gruppo (F1,34=7;p<.05), il Cambiamento (F1,34=77;p<.0001) e l’interazione GruppoxCambiamentoxCategoria (F2,33=5;p<.01). L’ANOVA sugli errori ha evidenziato effetti per il Gruppo (F1,21=51;p<.001), il Cambiamento (F2,33=51;p<.001) e l’interazione GruppoxCambiamento(F 1,34=7;p<.01). Conclusioni. I bambini ADHD hanno tempi di risposta maggiori dei C, soprattutto nei CM, confermando che non differiscono dai C nella ricerca automatica, ma solo nella componente volontaria. Inoltre, i bambini ADHD sembrano reagire diversamente dai C al contenuto semantico delle immagini.

Abilità di ricerca visiva nei bambini con ADHD / Anolfo, M.; Maccari, Lisa; Martella, Diana; Rosa, C.; Pasini, A.; Casagrande, Maria. - STAMPA. - (2011), pp. 17-17. ((Intervento presentato al convegno XVII Congresso Nazionale Associazione Italiana Di Psicologia-Sezione di Psicologia Sperimentale- AIP tenutosi a Catania nel 14-16 Settembre 2011.

Abilità di ricerca visiva nei bambini con ADHD

MACCARI, LISA;MARTELLA, DIANA;CASAGRANDE, Maria
2011

Abstract

Introduzione. Nel disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività (ADHD) le capacità di ricerca visiva di tipo automatico risultano conservate, mentre sembrano compromesse quelle di tipo seriale. Nel presente studio abbiamo usato un compito di ricerca visiva che utilizza come stimoli delle fotografie; due immagini, una originale e una modificata, intervallate da una schermata grigia di 80 ms, vengono presentate ciclicamente finchè non viene rilevato il cambiamento. Durante la ricerca visiva, il soggetto rivolge la propria attenzione prima verso alcune zone di interesse (dove la rilevazione automatica del cambiamento richiede minor tempo; cambiamento centrale: CC) e in secondo luogo verso altre (dove la ricerca del cambiamento è di tipo seriale; cambiamento marginale: CM). Abbiamo dunque valutato nei bambini ADHD e di Controllo (C) le abilita automatiche e seriali di fronte a stimoli con differenti contenuti semantici (gioco, mondo adulto, scuola), con lo scopo di verificare anche influenza della motivazione sulla prestazione attentiva. Metodo. A 18 bambini ADHD e 18 C sono state presentate 24 immagini (4 per ogni categoria semantica), metà con CC e metà con CM. Le immagini avevano una durata di 240 ms e la schermata grigia era di 80 ms. Risultati. Una ANOVA Gruppo(2)xCambiamento(3)xCategoria(3) sui tempi di risposta ha evidenziato effetti per il Gruppo (F1,34=7;p<.05), il Cambiamento (F1,34=77;p<.0001) e l’interazione GruppoxCambiamentoxCategoria (F2,33=5;p<.01). L’ANOVA sugli errori ha evidenziato effetti per il Gruppo (F1,21=51;p<.001), il Cambiamento (F2,33=51;p<.001) e l’interazione GruppoxCambiamento(F 1,34=7;p<.01). Conclusioni. I bambini ADHD hanno tempi di risposta maggiori dei C, soprattutto nei CM, confermando che non differiscono dai C nella ricerca automatica, ma solo nella componente volontaria. Inoltre, i bambini ADHD sembrano reagire diversamente dai C al contenuto semantico delle immagini.
XVII Congresso Nazionale Associazione Italiana Di Psicologia-Sezione di Psicologia Sperimentale- AIP
Attenzione visiva; Change blindness
04 Pubblicazione in atti di convegno::04b Atto di convegno in volume
Abilità di ricerca visiva nei bambini con ADHD / Anolfo, M.; Maccari, Lisa; Martella, Diana; Rosa, C.; Pasini, A.; Casagrande, Maria. - STAMPA. - (2011), pp. 17-17. ((Intervento presentato al convegno XVII Congresso Nazionale Associazione Italiana Di Psicologia-Sezione di Psicologia Sperimentale- AIP tenutosi a Catania nel 14-16 Settembre 2011.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/391518
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact