In the network society, there will be and how will be a network education and a network university? The massive worlwide rise of forms of online learning is only one aspect. The background of change is an epistemological leap, caused by the explosive availability of information and theories that Internet makes accessible, but also by the network shape of the new main communication environment, while learning process that devolop on the web have their focus in the discussion, sharing, collaboration. Universities are already called to hybridize themselves between places and digital infrastructure, and to accept challenges of virtualization and collaboration, e-learning and teching base on constructivism, and other substantial changes in work-related missions and to innovation. Abandoning antiquated rhetoric and leaving aside the administrative reforms, that have litthe effect, a strategic vision of the transition should be set about the general re/orientation of the universities, where the essential aspects are: learning based on the collaborative construction of the innovation; network integration of external and internal energy, and of researchers and students; production of open knowledge managemet systems; and even a change in organizational models.

Se la società è in rete, ci saranno e come saranno una formazione e una università delle reti? L’impressionante sviluppo delle forme di apprendimento on line a livello internazionale è solo uno degli aspetti emergenti del cambiamento, sullo sfondo di un “salto” epistemologico – causato dalla esplosiva disponibilità di informazioni e di teorie che Internet rende accessibile ma anche dalla conformazione reticolare del principale ambiente di comunicazione -, mentre i processi di apprendimento che si sviluppano in rete trovano il loro fulcro nella discussione, nella condivisione, nella collaborazione. Le università sono già oggi chiamate a ibridarsi tra luoghi e infrastruttura digitale, e ad affrontare le sfide della virtualizzazione e della collaborazione, dell’e-learning e della didattica basata sul costruttivismo, e inoltre di cambiamenti sostanziali delle missioni relative al lavoro e all’innovazione. Abbandonando retoriche invecchiate e azioni di riforma amministrativa che hanno effetti residuali, una visione strategica della transizione va impostata intorno al ri/orientamento complessivo dell’istituzione: la formazione basata sulla costruzione collaborativa di innovazione, l’integrazione in rete di energie esterne e energie interne di ricercatori e studenti, la produzione di sistemi di gestione delle conoscenze aperti, e anche un cambiamento dei modelli organizzativi ne costituiscono aspetti essenziali.

L'università delle reti / Ragone, Giovanni; Ceccherelli, Alessio; Ilardi, Emiliano. - In: SCUOLA DEMOCRATICA. - ISSN 1129-731X. - (2011), pp. 91-114.

L'università delle reti

RAGONE, Giovanni;CECCHERELLI, Alessio;ILARDI, Emiliano
2011

Abstract

Se la società è in rete, ci saranno e come saranno una formazione e una università delle reti? L’impressionante sviluppo delle forme di apprendimento on line a livello internazionale è solo uno degli aspetti emergenti del cambiamento, sullo sfondo di un “salto” epistemologico – causato dalla esplosiva disponibilità di informazioni e di teorie che Internet rende accessibile ma anche dalla conformazione reticolare del principale ambiente di comunicazione -, mentre i processi di apprendimento che si sviluppano in rete trovano il loro fulcro nella discussione, nella condivisione, nella collaborazione. Le università sono già oggi chiamate a ibridarsi tra luoghi e infrastruttura digitale, e ad affrontare le sfide della virtualizzazione e della collaborazione, dell’e-learning e della didattica basata sul costruttivismo, e inoltre di cambiamenti sostanziali delle missioni relative al lavoro e all’innovazione. Abbandonando retoriche invecchiate e azioni di riforma amministrativa che hanno effetti residuali, una visione strategica della transizione va impostata intorno al ri/orientamento complessivo dell’istituzione: la formazione basata sulla costruzione collaborativa di innovazione, l’integrazione in rete di energie esterne e energie interne di ricercatori e studenti, la produzione di sistemi di gestione delle conoscenze aperti, e anche un cambiamento dei modelli organizzativi ne costituiscono aspetti essenziali.
In the network society, there will be and how will be a network education and a network university? The massive worlwide rise of forms of online learning is only one aspect. The background of change is an epistemological leap, caused by the explosive availability of information and theories that Internet makes accessible, but also by the network shape of the new main communication environment, while learning process that devolop on the web have their focus in the discussion, sharing, collaboration. Universities are already called to hybridize themselves between places and digital infrastructure, and to accept challenges of virtualization and collaboration, e-learning and teching base on constructivism, and other substantial changes in work-related missions and to innovation. Abandoning antiquated rhetoric and leaving aside the administrative reforms, that have litthe effect, a strategic vision of the transition should be set about the general re/orientation of the universities, where the essential aspects are: learning based on the collaborative construction of the innovation; network integration of external and internal energy, and of researchers and students; production of open knowledge managemet systems; and even a change in organizational models.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Ragone_università-reti_2019.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 2.5 MB
Formato Adobe PDF
2.5 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/377283
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact