Il favoreggiamento dell’emigrazione clandestina e la Corte costituzionale