L'innata ambizione dei comuni di "parlare" con lo Stato