Il rilevamento di dettaglio dell’area di San Polo Matese (Monti del Matese, Appennino meridionale) ha permesso di acquisire nuovi dati sull’assetto stratigrafico e l’evoluzione degli ambienti sedimentari del Cretacico superiore, soprattutto in base alla distribuzione di rudiste e microfossili. I caratteri litologici e l’elevata risoluzione biostratigrafica acquisita hanno permesso di suddividere la successione carbonatica in tre sequenze deposizionali (AL1, CE1 e T1) e 13 litozone (L1 – L13) di età Albiano superiore-Campaniano p.p. La correlazione di tre sezioni stratigrafiche è avvenuta sulla base dell’analisi di associazioni fossilifere, in gran parte interpretabili come in situ, e di due livelli emersivi a carattere regionale, il I° e II° orizzonte bauxitico Auctt. (Excerpt from abstract.)

Associazioni fossilifere del Cenomaniano medio-superiore e ricostruzione paleoambientale a San Polo Matese (Appennino meridionale) / Palermo, G; Cestari, R; Pignatti, Johannes; Frezza, Virgilio; Matteucci, Ruggero. - STAMPA. - (2008), pp. 54-55. ((Intervento presentato al convegno Giornate di Paleontologia 2008 tenutosi a Siena nel 9-13 settembre 2008.

Associazioni fossilifere del Cenomaniano medio-superiore e ricostruzione paleoambientale a San Polo Matese (Appennino meridionale)

PIGNATTI, Johannes;FREZZA, Virgilio;MATTEUCCI, Ruggero
2008

Abstract

Il rilevamento di dettaglio dell’area di San Polo Matese (Monti del Matese, Appennino meridionale) ha permesso di acquisire nuovi dati sull’assetto stratigrafico e l’evoluzione degli ambienti sedimentari del Cretacico superiore, soprattutto in base alla distribuzione di rudiste e microfossili. I caratteri litologici e l’elevata risoluzione biostratigrafica acquisita hanno permesso di suddividere la successione carbonatica in tre sequenze deposizionali (AL1, CE1 e T1) e 13 litozone (L1 – L13) di età Albiano superiore-Campaniano p.p. La correlazione di tre sezioni stratigrafiche è avvenuta sulla base dell’analisi di associazioni fossilifere, in gran parte interpretabili come in situ, e di due livelli emersivi a carattere regionale, il I° e II° orizzonte bauxitico Auctt. (Excerpt from abstract.)
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/366653
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact