Massimo Severo Giannini e l'ordinamento giuridico come "ipotesi di lavoro"