Per il "Tebro festante" del Marino