Il Partito democratico e l'apparente "americanizzazione" della politica italiana